Via Terre Bianche 1, 18100 IMPERIA • Tel: 0183.61119 - Fax: 0183.61243
email: imps010009@istruzione.it • pec: imps010009@pec.istruzione.it
GIORNATA DELLA MEMORIA 2018

Il 27 gennaio 2018, nell'Auditorium del Museo Navale di Imperia, si è svolta la cerimonia di celebrazione del Giorno della Memoria. Presenti le autorità civili e militari e un folto pubblico interessato e partecipe.

La cerimonia si è presentata da subito come una riflessione spontanea ed immediata in cui il ruolo di primi attori è stato assunto dagli studenti che hanno animato un palco su cui si sono alternati diversi ospiti, ognuno dei quali ha proposto riflessioni profonde e sentite sulla memoria dell' Olocausto.

L'attore Simone Gandolfo ha portato il suo contributo professionale ed umano proponendo una serie di letture e offrendo alcune considerazioni personali con le quali ha legato il dramma della Shoa ad alcuni dolorosi ed inquietanti problemi del mondo d'oggi.

Dopo il messaggio delle autorità, il Comandante della Capitaneria di Porto ha tracciato un breve ma intenso ritratto di Dante Novaro, il dottor Serra ha ricordato, con toni di partecipata emozione, la vicenda dei fratelli Serra e lo scrittore e studioso locale Paolo  Veziano ha rievocato una pagina buia e poco conosciuta della persecuzione ebraica sul confine italo-francese.

Al termine della cerimonia, il prefetto di Imperia, dott ssa Silvana Tizzano, ha conferito una medaglia agli eredi di un internato nei campi di concentramento nazisti. Ciò che sembra aver maggiormente colpito il pubblico presente è stato il taglio conferito all'evento: decisamente originale e, nonostante il tema della commemorazione, fresco e poco paludato: le note di "Vivere" di Vasco Rossi, splendidamente interpretata da Matteo Ghirardo e Matteo Rodriguez, hanno comunicato un messaggio di speranza e di positività.

La conduzione dell'intera manifestazione è stata affidata ai nostri alunni Federico Balbo e Francesco Peressin, che  hanno dimostrato straordinaria ed inusuale professionalità nell' intrattenere gli ospiti e, insieme a Alessia Marcianò, hanno fatto  domande interessanti e ricche di fresca spontaneità, dimostrando quanto i nostri giovani siano profondamente interessati a questa pagina dolorosa e buia della nostra Storia.

Annalisa Tamietto, Elena Gattai, Chiara Minasso hanno letto con toccante commozione brani e poesie sull'argomento, suscitando sincera commozione ed applausi spontanei tra il pubblico. Ancora una volta la realizzazione e la regia dell'evento sono stati curati da Alessandro Nuti, assieme a Maria Vittoria Bottino e Andrea Nalli, con la partecipazione di Alessandro Saglietti: ancora una volta i nostri allievi hanno dato il loro essenziale contributo professionale, grazie al quale il Liceo Vieusseux dimostra una volta di più che per i nostri ragazzi la Scuola non si esaurisce negli spazi e nei tempi "canonici", ma prosegue ogni volta che si presenti l'occasione di dimostrare la spontanea e sentita riflessione su valori fondanti ed essenziali.

 


Pubblicata il 27 gennaio 2018

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più consulta l’informativa estesa sui cookie. Proseguendo la navigazione, acconsenti all’uso dei cookie.