Via Terre Bianche 1, 18100 IMPERIA • Tel: 0183.61119 - Fax: 0183.61243
email: imps010009@istruzione.it • pec: imps010009@pec.istruzione.it
Al Liceo la mostra "Africa: Bellezze, Ricchezze, Migrazioni"

Segnaliamo questa iniziativa, realizzata dagli studenti delle terze medie dell’Istituto Cavour e da quelli del Liceo Artistico "Amoretti" di Imperia, in collaborazione con gli ospiti dell’ONLUS SPES di Ventimiglia.

Dal 17 al 21 settembre la mostra “Africa: Bellezze, Ricchezze, Migrazioni” farà tappa al Liceo Scientifico "Vieusseux". Il progetto, ideato e organizzato dal Coordinamento di Libera Imperia, realizzato col sostegno della SPES e del CE.S.P.IM, ha la collaborazione della Caritas Diocesana di Ventimiglia-Sanremo, dell’Associazione Pace Lavoro Legalità e di alcuni Consigli Comunali dei Ragazzi.

La nostra Provincia è stata sottoposta in questi ultimi anni a molte tensioni a causa di due fattori: la legalità e i migranti. Tali emergenze spesso si intrecciano tra loro e instaurano una pericolosa spirale che alimenta il disagio, l’ostilità e la diffidenza in tutta la collettività, al punto che l’attuale contesto socioculturale, come accade in molte zone in Italia, vede rinascere pregiudizi che inficiano anni di costruzione di una comunità solidale, capace di sussidiarietà, inclusione delle diversità e riconoscimento dei diritti fondamentali.

“Africa-Bellezze, ricchezze e migrazioni” è una mostra ispirata da un’idea di fondo: presentare la terra d’origine della gran parte dei migranti che giungono nel nostro territorio come terra di grande bellezza, ricca di risorse e di culture impareggiabili, come la storia ci racconta, trasformatasi negli ultimi due secoli in un immenso territorio delle cui risorse buona parte degli abitanti non può più usufruire, lacerato dalle guerre e impoverito dallo sfruttamento dei paesi del Nord del Mondo.

Si è cercato quindi di sottolineare bellezze e ricchezze dell’Africa per favorirne una conoscenza approfondita e capovolgere lo stereotipo di paese incivile, arretrato e povero, che alimenta, soprattutto negli ultimi tempi, l’atteggiamento di disprezzo e superiorità in una parte della popolazione.

Si è utilizzata soprattutto la forza evocativa delle immagini, corredate da testi semplici e di facile lettura. Gli approfondimenti sono stati approntati utilizzando lo strumento del QRCode che consente ai visitatori dotati di smartphone di vedere una ampia gamma di produzioni degli studenti realizzate sotto la guida dei docenti delle varie discipline.

La mostra, suddivisa in sette pannelli, affronta le seguenti tematiche: Africa-culla dell’umanità, gli antichi regni e le grandi civiltà, la tratta degli schiavi, il colonialismo, le bellezze naturali e le risorse del territorio, le migrazioni, fratellanza e solidarietà.

La sua diffusione nelle scuole della Provincia consentirà di sensibilizzare gli studenti, la cittadinanza tutta e in particolare i giovani ad una riflessione oggettiva, aperta e lungimirante sulla realtà del fenomeno migranti, superando i pregiudizi e comprendendone le ragioni di fondo. Lo scopo è di creare un contesto culturale e formativo che consenta di incidere positivamente sul futuro delle nuove generazioni e una effettiva collaborazione tra gruppi sociali diversi, alunni, disabili, migranti, per la realizzazione di un obiettivo comune, creando i presupposti per una cittadinanza attiva e responsabile.


Pubblicata il 05 settembre 2018

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più consulta l’informativa estesa sui cookie. Proseguendo la navigazione, acconsenti all’uso dei cookie.